Blog

Home Blog Senza Glutine e Celiachia

Senza Glutine e Celiachia

Se un tempo essere celiaco era un problema, oggi il mercato offre pizze, gelati, pasta e pasticcini, tutto senza glutine.

Il glutine è un elemento che negli ultimi anni in particolare, ha suscitato molti dibattiti rispetto agli effetti della sua assunzione.

Non è altro che una sostanza proteica contenuta naturalmente in moltissimi cereali, tra cui il frumento, l'orzo, la segale, il farro, il kamut, e l'avena, ma che non tutti possono assumere.

La celiachia è un'intolleranza permanente del sistema immunitario nei confronti del glutine.

L'assunzione di glutine, anche in quantità minime, provoca nelle persone geneticamente predisposte l'infiammazione cronica dei villi intestinali e la loro conseguente involuzione.

Un'attenta alimentazione senza glutine favorisce la remissione dei sintomi della celiachia.

L'alimentazione senza glutine non è, come potrebbe sembrare punitiva, limitativa, o legata necessariamente al concetto di rinuncia. Partiamo dall'alimentazione mediterranea, alla quale le persone fanno riferimento: ci sono una moltitudine di alimenti naturalmente privi di glutine che ognuno di noi consuma giornalmente, essendo celiaco o meno e che sono alla base di numerose ricette, dalle più semplici alle più elaborate. Tra questi vi sono: riso, mais, grano saraceno, legumi, patate, pesce, carne, uova, latte e formaggi, ortaggi e frutta.

Il celiaco dispone dunque di tutti i componenti per costruire una dieta bilanciata e varia, con una particolare attenzione da prestare nella scelta delle fonti dei carboidrati che devono sostituire i cereali vietati.

Scelta che non deve ricadere esclusivamente sulla vastissima gamma di prodotti dietetici senza glutine disponibili sul mercato, ma anche sui cereali naturalmente senza glutine come riso e mais o altre fonti di carboidrati come le patate.